Catalogna: festeggiar mangiando street food

Catalogna: festeggiar mangiando street food
Rate this post

Catalogna: un giorno da festeggiare per gli indipendentisti

Per la Catalogna la data di oggi, 22 dicembre 2017, sarà sicuramente un giorno da ricordare. La conquista della maggioranza assoluta in parlamento. Le tre liste del fronte repubblicano della Catalogna – Erc del vicepresidente Oriol Junqueras in carcere a Madrid, JxCat del President Carles Puigdemont ‘in esilio’ a Bruxelles e gli antisistema della Cup – riconquistano insieme la maggioranza. La Catalogna indipendentista vince con 70 seggi su 135 nel nuovo Parlamento di Barcellona, in base ad oltre il 96% dei voti scrutinati.

catalogna 

 

Catalogna: festeggiar mangiando street food

E allora non vi è di certo modo migliore per festeggiare questo primo importante passo verso l’attesa indipendenza. Stiamo parlando di alcune idee per golose pietanze stile street food. Se avete altre curiosità sulla cucina locale catalana, vi consigliamo di visitare il mercato de La Boqueria, oltre 300 bancarelle dove assaporare tutta Barcellona. Buon appetito!

catalogna

 

Il tipico Pan tomate a base di pan de coca, con pomodoro in salsa e a pezzetti, che viene servito con carta oliata per focacce.

Da non perdere il bel mix tra peperoni, melanzane, cipolla e pomodori lessati con aggiunta di alici. Serviti in vasetto con forchettina.

Calçots, cipollotti cotti sulla griglia e portati in tavola avvolti in fogli di giornale per tenerli al caldo:
Una volta staccato lo strato esterno che si è bruciato, rimane all’interno la cipolla bianca che viene immersa nella salsa romesco, preparata con pomodori, peperoni, aglio, mandorle, pane e olio extra vergine di oliva.

Sembrano italiani ma non lo sono i calamari alla romana, in pastella e fritti. Serviti su cono di carta paglia.

Monoporzione di riso al nero di seppia, arricchito da seppie, frutti di mare, cipolla, aglio e pomodori.

Cosce di pollo cotto con verdura secca come uvetta e pinoli. Serviti in vaschetta con coperchio.

la Crema catalana viene servita in bicchierino, ricoperta da uno strato superficiale di zucchero caramellato da rompere con il cucchiaino.

 

catalogna

SONY DSC

 

Spirulina, golose vitamine

Spirulina, golose vitamine
Rate this post

spirulina

Spirulina di golose vitamine – idee in cucina

La spirulina è un eccellente integratore alimentare naturale, ricchissima di vitamine, proteine e sali minerali, aiuta a prevenire le malattie del sistema nervoso ed è molto utile anche per chi fa sport e conduce una vita attiva.

In natura è un’alga azzurra unicellulare a forma di spirale, dalla quale prende il nome. Vive nelle acque salmastre a clima tropicale e subtropicale, ma oggi coltivata in tutto il mondo per le sue numerose proprietà benefiche, come il pH idrico alcalino.

E’ di colore verde scuro, sfumatura che viene dalla presenza di clorofilla, con impercettibili riflessi blu, dati dalla policianina, e gialli, grazie ai carotenoidi.

La dose consigliata è di 10 grammi al giorno, un quantitativo apparentemente modesto ma che è in grado di coprire, da solo, buona parte del fabbisogno quotidiano di molti nutrienti come la vitamina A ed il ferro.

Tuttavia pero’, non può sostituire un normale pasto. E’ infatti un sostegno al fabbisogno giornaliero di nutrienti. A tal proposito, abbiamo pensato ad un menu completo dedicato alla rinomata alga azzurra.

 

spirulina

 

ANTIPASTO

Sfilacci di pollo spennellati al balsamico con parmigiano, carote in fili e dressing di avocado e spirulina 

PRIMO 

Risotto con fonduta di Castelmagno, scorzetta d’arancia, polvere di spirulina con granellina croccante di nocciola scottata

SECONDO

Filetto di persico con cipolla di Tropea caramellata, pomodori secchi e mousse di mandorle, broccoli e spirulina

DESSERT

Cheese cake con base ai 5 cereali e top di avocado e spirulina

 

MENU A BASE DI PANETTONE E PANDORO

MENU A BASE DI PANETTONE E PANDORO
Rate this post

panettone e pandoro

Foto: giallozafferano.it

 

 

MENU A BASE DI PANETTONE E PANDORO

 

Presto arriverà Gennaio e molte famiglie si troveranno il frigorifero traboccante dagli avanzi delle passate Festività.
Ecco un menu a base di panettone e pandoro. Un’idea creativa, pensata dallo staff di cucina di Catering Grasch, per il giusto riciclo del vostro tipico dolce milanese. 

Grigliato, in granella, a cubetti, tostato e anche rimpastato in un nuovo dessert. Buon appetito!

 

ANTIPASTO

Crostini di pandoro grigliato con foie gras, chicchi di melograno e mentuccia

 

PRIMO

Tagliolini all’uovo fatti in casa con ragu di agnello,
granella di panettone con la sua uvetta
e scorzetta di limone

 

Risotto mantecato alla fontina con cipolla,
Panettone e sfumatura di spumante

 

SECONDO

Anatra al mirto farcita con carne mista, marron glacè
e fine granella di Panettone tostato

 

DESSERT

Zuccotto di pandoro con ricotta, scaglie di cioccolato,
scorza d’arancia e copertura fondente

 

Vi siete persi Re panettone quest’anno? Ecco qui idee, premi e vincitori: RE PANETTONE 2017

 

 

Re Panettone 2017: il trionfo della tradizione

Re Panettone 2017: il trionfo della tradizione
Rate this post

PANETTONE, A NOVEMBRE IL PROTAGONISTA

re panettone 2017

Come ogni anno, da dieci anni, l’ultimo fine settimana di novembre è stato dedicato ad uno degli incontri piu’ golosi dell’anno: Re Panettone 2017. Quest’anno l’ha visto esposto a Milano, presso Fabbrica Orobia 15, in zona porta Romana.  

E’ proprio in appuntamenti come questo che si respira il profumo della tradizione italiana. Si percepisce la creatività dei nostri Mastri pasticceri e l’immenso numero di varianti che un prodotto artigianale puo’ assumere: l’orgoglio della raffinata cultura gastronomica del Bel Paese.

PREMI E VINCITORI

re panettone 2017

Tra i premi attribuiti Re Panettone 2017 vi è stato quello di PanGiuso (VI ed.). Premio per panettoni e dolci lievitati innovativi per tutto l’anno, dove ha trionfato Fiorenzo Ascolese, per la “Categoria Panettone tradizionale”, del Panificio Ascolese. Massimo Ferrante, invece, per la categoria Lievitati innovativi di Pasticceria Ferrante. Hanno partecipato anche pasticceri amatoriali che hanno sfornato soffici Panettoni per “Il Miglior Panettone Fatto in Casa – Premio ai dilettanti più dotati per la pasticceria lievitata”. Michela Sanguin, di Padova, ha ottenuto il primo premio.

Novità per Re panettone 2017 è stato il premio “Concorso Rinfrescami Molino Dallagiovanna”. Contest ideato da Molino Dallagiovanna per esaltare le virtù della sua farina Rinfresco creata con Iginio Massari.

Qui i food blogger italiani si sono sfidati per raggiungere il podio. Ha vinto il gusto di Anna Bonera, (inthemoodforpies.ifood.it) con “Pane del Birraio” a base di cereali, liquirizia e birra scura per un gusto unico. I premi erano, presso Da Vittorio: una cena per due persone, un corso di cucina ed un pernottamento con prima colazione per due in Junior Suite presso il Relais. 

DOLCE, SALATO, DI TENDENZA

re panettone 2017

Il panettone artigianale del Panificio Ascolese domina la classifica di Re Panettone a Milano, basato sulla tradizione, la morbidezza e la qualità degli ingredienti. Maggiormente creativi quelli della Pasticceria Marra di Cantù,  a base di zafferano, pancetta e zucca; quello di Vincenzo Mennella, al mandarino, quello con mele dei Monti Sibillini di Matteo Ripani di Cardenà, e il panettone alle amarene di Antonio Daloiso (Barletta).

Non da meno gli innovativi gusti al tiramisu’, al cioccolato bianco e frutti rossi, marron glacè e fondente, Caciocavallo Podolico del Gargano e pera candita, e l’eccezionale due impasti classico e cioccolato di Beverara con farcitura alle pesche e copertura al pistacchio.

Il tutto condito dalla possibilità di acquisto del panettone al prezzo bloccato di 25 euro al kg.

LEGGI QUI IL NOSRO MENU A BASE DI PANETTONE E PANDORO: MENU DI PANETTONE