Le spezie

"Non c'è amore più sincero di quello per il cibo" - George Bernard Shaw

Le spezie

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

 

Le spezieLe spezie

 

 Le Spezie

Le spezie sono i frutti o i semi di piante esotiche, dal sa-pore molto pronunciato, che vengono utilizzate in cucina per il loro aroma caratteristico e penetrante. In contenitori ermetici al riparo della luce, si possono conservare anche per due o tre anni.

 Cardamomo

Pianta con frutti a capsula di colore bruno-verde o bianco, a seconda della maturazione, da cui si estraggono semi dal sapore particolarmente aromatico e piccante, utilizzati per condire pesci alla griglia e per aromatizzare salsicce e salse, frutta cotta e bevande.

Coriandolo

Spezie ricavata dai frutti essiccati della pianta, della grandezza di un grano di pepe e dal sapore agrodolce, simile a quello della scorza d’arancia. è utilizzato per aromatizzare cacciagione, selvaggina e carni di maiale e per insaporire verdure alla greca, fagioli, insaccati e torte salate.

Spezie

Le spezie sono i frutti o i semi di piante esotiche, dal sa-pore molto pronunciato, che vengono utilizzate in cucina per il loro aroma caratteristico e penetrante. In contenitori ermetici al riparo della luce, si possono conservare anche per due o tre anni.

 

Cardamomo

Pianta con frutti a capsula di colore bruno-verde o bianco, a seconda della maturazione, da cui si estraggono semi dal sapore particolarmente aromatico e piccante, utilizzati per condire pesci alla griglia e per aromatizzare salsicce e salse, frutta cotta e bevande.

Coriandolo

Spezie ricavata dai frutti essiccati della pianta, della grandezza di un grano di pepe e dal sapore agrodolce, simile a quello della scorza d’arancia. è utilizzato per aromatizzare cacciagione, selvaggina e carni di maiale e per insaporire verdure alla greca, fagioli, insaccati e torte salate.

Spezie

Le spezie sono i frutti o i semi di piante esotiche, dal sa-pore molto pronunciato, che vengono utilizzate in cucina per il loro aroma caratteristico e penetrante. In contenitori ermetici al riparo della luce, si possono conservare anche per due o tre anni.

 Cumino

Occorre distinguere il cumino vero e proprio, che ha piccoli frutti blu-nerastri dal sapore molto intenso, piccante e aromatico, dal cumino dei prati (detto anche “carvi”), il quale ha un profumo molto simile a quello del finocchio. Il cumino può essere utilizzato per aromatizzare pesce, agnello e pollo e alcuni prodotti da forno.

 Ginepro

Pianta con bacche azzurrognole dal profumo lievemente resinoso, utilizzate per la preparazione di marinate, cacciagione, crauti, pesci e bevande. Le bacche fresche hanno un aroma più delicato rispetto a quelle secche.

 Paprica

È il nome, di origine ungherese, di alcune varietà di peperoncini che si differenziano per il colore e l’intensità di sapore. Le principali varietà di paprica sono la “dolce” (con colore rosso intenso e sapore caldo e leggermente dolciastro) e la “forte” (con colore più chiaro e gusto più piccante). La paprica dolce può essere utilizzata in buone quantità per aromatizzare carni e pesci da cuocere alla griglia, oltre che nella preparazione del gulasch.

 Pepe

I tre tipi di pepe reperibili in commercio sono prodotti da un’unica pianta. Il pepe verde viene raccolto prima della maturazione e venduto in salamoia; ha un sapore fine e delicato, leggermente acido, e si presta a essere consumato intero o schiacciato. Il pepe nero, anch’esso raccolto a maturazione incompleta, viene invece essiccato; ha un sapore piuttosto piccante ed è adatto per aromatizzare le carni rosse, il maiale e la maggior parte delle verdure. Il pepe bianco viene raccolto a maturazione completa, quindi essiccato e ripulito della scorza esterna; è più aromatico e meno piccante rispetto al pepe nero e si utilizza prevalentemente per aromatizzare il pesce e le carni bianche. Il pepe dovrebbe essere macinato al momento dell’utilizzo e fatto cuocere poco, poiché tende a perdere facilmente i suoi aromi.

 Pepe di Jamaica

È una bacca essiccata che, nonostante il nome, non ap-partiene alla famiglia del pepe. Ha un sapore deciso e complesso, che viene esaltato dalla presenza di olio: è simile a quello dei chiodi di garofano, della cannella e della noce moscata. è utilizzato per stufati e ripieni di carne.

 Peperoncino

Esistono diverse varietà di peperoncino, che si differenziano l’una dall’altra per dimensione, forma, colore e aroma. Tra i più piccanti occorre citare i diavolicchi dell’Italia meridionale e il pepe di Cayenna. La capsina, responsabile del gusto piccante, è presente in dosi maggiori nei semi e nelle nervature bianche interne; il suo sapore viene esaltato da una lieve rosolatura a fiamma molto bassa. Molti condimenti famosi sono a base di peperoncino: tra questi ricordiamo l’harissa dell’Africa del Nord, il berberè etiope, il tabasco degli Stati Uniti e il chili messicano.

 Zenzero

Rizoma di una pianta orientale dal sapore forte, pungente, aspro e leggermente pepato, con un profumo simile a quello della buccia di limone. Lo zenzero fresco, in genere pelato e schiacciato, tritato finemente o grattugiato, viene utilizzato per insaporire pesci e pollame alla griglia.

3 risposte

  1. leonardo ha detto:

    Questo è il blog giusto per tutti coloro che vogliono capire qualcosa su questo argomento. Trovo quasi difficile discutere con te (cosa che io in realtà vorrei… haha). Avete sicuramente dato nuova vita a un tema di cui si è parlato per anni. Grandi cose, semplicemente fantastico!

  2. ditta-traslochi ha detto:

    Grazie all’autore del post, hai detto delle cose davvero giuste. Spero di vedere presto altri post del genere, intanto mi salvo il blog trai preferiti.

  3. facchinaggio ha detto:

    Pensavo di mettere il vostro logo sul nostro sito con il vostro link per dar modo ai nostri visitatori di conoscere il vostro blog. Cosa ne pensi?

I commenti sono chiusi.

Chiama ora