Re Panettone 2017: il trionfo della tradizione

Re Panettone 2017: il trionfo della tradizione
Rate this post

PANETTONE, A NOVEMBRE IL PROTAGONISTA

re panettone 2017

Come ogni anno, da dieci anni, l’ultimo fine settimana di novembre è stato dedicato ad uno degli incontri piu’ golosi dell’anno: Re Panettone 2017. Quest’anno l’ha visto esposto a Milano, presso Fabbrica Orobia 15, in zona porta Romana.  

E’ proprio in appuntamenti come questo che si respira il profumo della tradizione italiana. Si percepisce la creatività dei nostri Mastri pasticceri e l’immenso numero di varianti che un prodotto artigianale puo’ assumere: l’orgoglio della raffinata cultura gastronomica del Bel Paese.

PREMI E VINCITORI

re panettone 2017

Tra i premi attribuiti Re Panettone 2017 vi è stato quello di PanGiuso (VI ed.). Premio per panettoni e dolci lievitati innovativi per tutto l’anno, dove ha trionfato Fiorenzo Ascolese, per la “Categoria Panettone tradizionale”, del Panificio Ascolese. Massimo Ferrante, invece, per la categoria Lievitati innovativi di Pasticceria Ferrante. Hanno partecipato anche pasticceri amatoriali che hanno sfornato soffici Panettoni per “Il Miglior Panettone Fatto in Casa – Premio ai dilettanti più dotati per la pasticceria lievitata”. Michela Sanguin, di Padova, ha ottenuto il primo premio.

Novità per Re panettone 2017 è stato il premio “Concorso Rinfrescami Molino Dallagiovanna”. Contest ideato da Molino Dallagiovanna per esaltare le virtù della sua farina Rinfresco creata con Iginio Massari.

Qui i food blogger italiani si sono sfidati per raggiungere il podio. Ha vinto il gusto di Anna Bonera, (inthemoodforpies.ifood.it) con “Pane del Birraio” a base di cereali, liquirizia e birra scura per un gusto unico. I premi erano, presso Da Vittorio: una cena per due persone, un corso di cucina ed un pernottamento con prima colazione per due in Junior Suite presso il Relais. 

DOLCE, SALATO, DI TENDENZA

re panettone 2017

Il panettone artigianale del Panificio Ascolese domina la classifica di Re Panettone a Milano, basato sulla tradizione, la morbidezza e la qualità degli ingredienti. Maggiormente creativi quelli della Pasticceria Marra di Cantù,  a base di zafferano, pancetta e zucca; quello di Vincenzo Mennella, al mandarino, quello con mele dei Monti Sibillini di Matteo Ripani di Cardenà, e il panettone alle amarene di Antonio Daloiso (Barletta).

Non da meno gli innovativi gusti al tiramisu’, al cioccolato bianco e frutti rossi, marron glacè e fondente, Caciocavallo Podolico del Gargano e pera candita, e l’eccezionale due impasti classico e cioccolato di Beverara con farcitura alle pesche e copertura al pistacchio.

Il tutto condito dalla possibilità di acquisto del panettone al prezzo bloccato di 25 euro al kg.

LEGGI QUI IL NOSRO MENU A BASE DI PANETTONE E PANDORO: MENU DI PANETTONE