zuppa_di_miso
Events

La Zuppa di Miso

Zuppa di Miso nota anche come misoshiru ( 味噌汁 )

La zuppa di miso è un piatto di tradizione orientale, giapponese per la precisione, ad oggi sempre più diffuso anche sulle tavole italiane. Può essere preparata tutto sommato in tempi molto rapidi e garantisce a chi la gusta tutto il piacere di un buon sapore unito ad una leggerezza invidiabile. Scoprine di più

zuppa di miso e wakame
Zuppa di Miso e wakame 味噌汁

Zuppa di miso TIPI

  1. Hatcho Miso, o miso dell’imperatore, prodotto con soia e sale. E’ il più scuro, tanto che viene definito anche miso rosso, ma presenta circa il 20% di sale in meno rispetto alle altre varietà di miso. Solitamente viene lasciato riposare per 24 mesi, ma si può trovare anche il Miso di Soia, una versione più delicata lasciata fermentare per soli 12 mesi.
  2. Mugi Miso o miso di orzo è il miso per eccellenza, usato per la tradizionale zuppa o per insaporire le verdure. E’ composto da soia, orzo e sale, e viene usato soprattutto in estate. Viene fatto maturare in grandi tini di cedro a temperatura ambiente per 18 mesi, con travasi da un barile all’altro ogni 3 mesi per assicurargli la giusta ossigenazione. L’alta percentuale di sale ne preserva l’integrità, permettendo di confezionarlo senza pastorizzarlo.
  3. Shiro Miso (o miso di riso) ottenuto dalla fermentazione dei semi di soia e riso. Ha una delicata colorazione ambrata, per cui viene definito anche Miso Bianco. E’ molto leggero e dolce grazie al minor contenuto di soia, e piace molto anche ai bambini. Offre infinite possibilità di utilizzo nel preparare salse e condimenti, e viene usato soprattutto in inverno.
  4. Natto Miso è una sapiente miscela di miso, malto d’orzo, zenzero, shoyu e alghe kombu. Si contraddistingue per l’odore che ricorda quello di alcuni formaggi piccanti, e per il fatto che i fagioli di soia vi compaiono al suo interno frammentati. Il natto miso si usa come condimento per verdure, cereali e mochi.
Zuppa di Miso Tutti i TIPI
Zuppa di Miso Tutti i TIPI

Zuppa di miso PROPIETA’

Caratteristiche organolettiche: sapore e fragranza tipiche del miso sono riconducibili all’idrolisi dei vari componenti durante la fermentazione. L’idrolisi delle proteine della soia, ad opera di enzimi che si sviluppano durante la fermentazione, dà luogo ad aminoacidi e peptidi che sono responsabili del sapore del miso. Il maltosio e il glucosio sono scomposti producendo alcool e acidi organici responsabili della fragranza del miso. L’idrolisi dei grassi produce acidi grassi che reagiscono con l’alcool e donano al miso il suo tipico aroma.

Zuppa di Miso
Zuppa di Miso pasta di miso

Caratteristiche chimiche: il miso contiene un’alta percentuale di proteine vegetali fornendo inoltre tutti gli otto amminoacidi essenziali, senza però colesterolo o grassi come il cibo animale. È ricco di sali minerali alcalinizzanti, calcio, sodio e magnesio che aiutano a combattere l’acidità del sangue. In unione con i cereali, le proteine del miso completano quelle del cereale stesso (e in particolare quelle del riso), rendendole molto più utilizzabili. Se si consuma un piatto di cereali accompagnandolo a del Miso, la quantità di proteine che il nostro organismo assume cresce anche del 30 – 40%.

Zuppa di Miso pasta di miso
Zuppa di Miso pasta di miso

Zuppa di miso BENEFICI

  1. Dotato di un’ottima digeribilità, data dalla lunga fermentazione a cui è sottoposto.
  2. Contenuto proteico piuttosto elevato, usato come sostituto rispetto a diversi ingredienti di origine animale.
  3. Contiene tanti fermenti lattici vivi utilissimi al funzionamento del nostro organismo.
  4. Contribuisce all’eliminazione dell’accumulo dei grassi nei vasi sanguigni contrastando quindi il colesterolo cattivo.
  5. I lieviti e lattobacilli contenuti nel miso sono molto utili per arricchire la flora intestinale e regolarizzare le funzioni dell’intestino.
Zuppa di Miso anti colesterolo
Zuppa di Miso anti colesterolo

Zuppa di miso RICETTE

Essendo ricco di sodio, il miso si aggiunge a brodi, minestroni, zuppe, per insaporirli senza salare. Per lo stesso motivo può essere aggiunto a legumi, oppure per preparare salsine da condimento. L’unica accortezza è quella di non farlo bollire, per non perdere la vitalità di enzimi e fermenti. Stemperatelo con un po’ d’acqua ed aggiungetelo al piatto a fine cottura. Per lo stesso motivo, consigliamo sempre di scegliere un miso non pastorizzato. NB: la maggior parte della soia prodotta è OGM. Per evitarla scegliete Miso Biologico.

Zuppa di Miso chiara
Zuppa di Miso Ricette su Viversano

Zuppa di miso PREPARAZIONE Miso a Casa:

  1. Ammollate la soia la sera prima in una bastardella con abbondante acqua fresca.
  2. Il giorno dopo, scolate e risciacquate la soia, quindi mettetela in una pentola con  abbondante acqua e mezzo bicchiere di aceto di mele o di riso e cuocetela per 4 ore.
  3. Quando la soia sarà cotta, schiacciatela con uno schiacciapatate oppure frullatela; poi, unite il sale e il riso koji.
  4. Amalgamate bene il tutto e formate delle “palle” grandi come dei mandarini.
  5. Preparare il contenitore di fermentazione del miso per i lunghi mesi di attesa. Usate una pentola in terracotta, un vaso, una zuppiera, quello che preferite. Mette la pasta nella vostra pentola di terracotta (o qualunque altra cosa abbiate scelto) lanciandole con una certa decisione: questo gesto, apparentemente strano, permetterà all’aria di fuoriuscire completamente dalla futura pasta di miso.
  6. Una volta terminata la pasta, comprimetela per bene con le mani, sempre per far uscire eventuale aria ancora intrappolata.
  7. Coprite con una pellicola di cera vegetale o della comune pellicola da cucina; quindi, al di sopra, disponete un abbondante strato di sale, per un’ulteriore copertura di sicurezza.
  8. Chiudete con il coperchio e riponete la vostra pentola di terracotta in un luogo fresco e asciutto.
  9. Adesso non dovrete far altro che attendere 6 mesi: a questo punto,  controllate a che punto è la fermentazione e, se non vi è presenza di muffe o odori sgradevoli, procedete per i successivi 6. Ricordate, il miso è come il vino: più rimane a riposo, più le sue qualità migliorano. Sicuramente, dopo i primi 6 mesi dovrete attendere almeno altri 2 per consumarlo, anche se, come detto, un miso di 12 mesi sarà più ricco, nutrizionalmente parlando, di uno di 8.
  10. Quando il miso sarà pronto, trasferitelo in barattoli di vetro puliti e sterilizzati e conservatelo in dispensa. Non avrete necessità di conservarlo in frigorifero.
Miso chiaro Zuppa di Miso
Miso chiaro Zuppa di Miso

Zuppa di miso DOVE si compra istantanea

In commercio è disponibile una zuppa di miso pronta all’uso, la si puo’ trovare anche in pacchetti monoporzione. Generalmente, la zuppa di miso istantanea è una zuppa disidratata che contiene tutti gli ingredienti (compresa la celebre alga wakame e tofu). Si prepara aggiungendo dell’acqua bollente. La zuppa di miso istantanea si può trovare anche nei negozi nostrani e ha una data di scadenza che va dai 3 ai 12 mesi. Il Miso si trova anche in pasta concentrata in alcuni negozi etnici, da stemperare in acqua bollente ed aggiungere alga e tofu per fare la Zuppa di Miso

Zuppa di Miso tipi di miso
Zuppa di Miso tipi di miso

Miso di pomodoro: cos’è e come si usa in cucina

Il processo di fermentazione non solo esalta il sapore dell’ingrediente, ma ne amplifica la sapidità. Per questo il miso di pomodoro deve essere utilizzato con una certa abilità per evitare di coprire completamente gli altri ingredienti …leggi l’articolo

miso di pomodoro
Miso di Pomodoro

Cucina Giapponese

La Cucina Giapponese La cucina giapponese è l’espressione dell’arte culinaria sviluppata in Giappone. La cucina tradizionale viene chiamata in lingua giapponese nihon-ryōri (日本料理?) o washoku (和食?) per identificare la cucina precedente al periodo Meiji, in contrapposizione alla cucina yōshoku (洋食? “cucina occidentale”) diffusasi nel Paese nipponico in seguito all’abolizione del periodo di sakoku (Paese chiuso) conseguente alla Restaurazione Meiji. Durante quest’ultimo periodo, numerose pietanze di origine occidentale furono importate e adattate ai gusti locali. Uno degli ingredienti principali  della japan cucina è il riso, ma sono diffusi anche pasta, pesce, verdure e legumi, conditi solitamente con le varie spezie…

Japan Buffet Cucina Giapponese

Japan Buffet Cucina Giapponese con Show Cooking Quotazione: euro 46 a persona con 16 piattini/pezzi (ad ogni piattino/pezzo aggiunto si aggiunge 1 euro alla quotazione) Legenda: (C) Celiaco (V) Vegetariano (L) No Lattosio (VG) Vegan N_1 Sashimi in cirashi(filetti di pesce* crudo adagiati su riso in cotola) *Salmone (Sake), Tonno (Maguro), Branzino (Suzuki), Orata (Tai), Gambero Crudo (Amaebi) N_3 Nigirisushi (Sushi con pesce* e vegetariano) *Salmone (Sake), Tonno (Maguro), Branzino (Suzuki), Orata (Tai), Gambero Cotto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.