Events

Canapa alimentare…alimento dalle straordinarie proprietà

 

La canapa alimentare è un cereale poco usato nella nostra tradizione alimentare, ha delle proprietà nutritive molto importanti e può essere utilizzata in sostituzione del frumento nei regimi alimentari per celiaci.

Le proprietà nutritive della canapa la rendono un alimento molto nutriente, ricco di proteine vegetali e di aminoacidi essenziali, adatto a chiunque voglia seguire una dieta sana.

L’utilizzo della Canapa in campo alimentare

Tra i cereali ancora c’è poca conoscenza riguardo l’utilizzo della canapa come alimento dalle straordinarie proprietà.

La coltivazione della Canapa sativa e la sua trasformazione, con i suoi utilizzi in campo agroalimentare, oltre che commerciale e ambientale, è intesa al recupero di una tradizione italiana secolare.

Spesso pero’ si crea equivoco nel distinguere due specie differenti quali Cannabis Indica da droga (nota anche come Canapa indiana) e Cannabis Sativa da fibra così da evitare confusione con le coltivazioni da droga.

Le varietà di Cannabis Sativa, ammesse alla coltivazione nell’ambito dell’Unione Europea, del Reg. CE devono contenere un tenore di THC (tetraidrocannabinolo), il principio psicoattivo della cannabis Indica , inferiore allo 0.2%; il Cannabidiolo (CBD), presente nei semi, non ha alcun effetto: i semi non contengono mai THC.

Quello che viene chiamato seme è in realtà il frutto della pianta.

Giunti a maturazione in tarda estate, i  semi hanno l’aspetto di piccoli granelli color giallo-paglia e si presentano al palato con una consistenza morbida e dal gradevole sapore di mandorla.

Vengono utilizzati ‘decorticati’, fra tutte le lavorazioni alimentari, la farina è quella che consente un utilizzo del seme più familiare e creativo.

Essa si presenta, morbida, di colore bruno ambrato, leggermente impalpabile e apporta alle preparazioni un patrimonio di preziosi nutrienti, conferendo un leggero gusto di nocciola e un bel colorito bruno agli impasti ove è aggiunta. Ha, inoltre, un apporto calorico inferiore rispetto a quello della farina di frumento, in quanto l’energia è fornita prevalentemente dalle proteine anziché dall’amido.

Proprietà dei semi di canapa

I semi di canapa hanno importanti proprietà nutrizionali. Contengono grandi quantità di proteine vegetali e di aminoacidi essenziali ad elevato valore biologico; sono una naturale fonte di fibre alimentari; contengono importanti vitamine del gruppo B: B1, B2, B6, vitamina D e vitamina E. Infine sono fonte di potassio e fosforo.

I grassi contenuti nei semi, dai quali si estrae anche l’olio di canapa, sono grassi costituiti da Omega 3, Omega 6 e Omega 9. Tutti questi nutrienti essenziali donano ai semi di canapa proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Ma ciò che rende particolarmente interessante la farina di canapa è l’assenza di glutine. Perfetta quindi per l’alimentazione per celiaci

Per mantenere al meglio le loro proprietà i semi di canapa interi che devono essere consumati crudi. Il loro utilizzo più semplice ne prevede l’aggiunta come condimento o ingrediente vero e proprio a piatti come insalate, macedonie e muesli per la colazione o la merenda.

Possono essere inoltre utilizzati nella decorazione dei dessert, nella preparazione del pane, dei grissini o di altre pietanze calde, tenendo conto però che il loro valore nutrizionale viene mantenuto intatto soltanto quando essi sono crudi. A crudo possono inoltre essere utilizzati come ingrediente aggiuntivo nella preparazione dei frullati. Si utilizzano anche per preparazione di latte di semi di canapa oltre del tofu di canapa.

Gli utilizzi della canapa

Con le foglie e i fiori della canapa si producono tisane, birra, caramelle, olio essenziale utilizzato in profumi e come aromatizzante per alimenti.

Con i semi si ottengono, invece, esche per pesci, olio, condimento per alimenti utilizzato nella produzione di margarine, tofu, gelati e simili, integratori alimentari per uso nutraceutico, cosmetici e detergenti per l’igiene del  corpo.

La canapa in cucina

Nell’alimentazione, la canapa può essere impiegata sotto forma di semi e di olio (olio di semi di canapa). La canapa (semi) possiede un sapore molto delicato, simile alla nocciola, è un alimento ad alta digeribilità, ideale per chi soffre di allergie particolari, per chi segue una dieta vegetariana o vegana dove c’è una sostituzione delle proteine animali.

È possibile reperire in molto negozi biologici anche la farina di canapa, utile per realizzare molti prodotti da forno o per cucinare piatti particolari e originali.

Potete trovare in commercio:

Semi di Canapa

Olio di Canapa

Farina di Canapa

Pasta a base di Canapa

Sughi e pesti alla Canapa

Pane e derivati alla Canapa

Dolci e barrette alla Canapa

Questi alimenti biologici a base di canapa sono cibi nutrienti consigliati a tutti, ideali per chi vuole vivere in modo sano ed equilibrato, perfetti in particolare per chi fa sport o attività fisica frequente.

Olio di canapa non solo per la cucina

L’olio di canapa non solo è impiegato per condire insalate, preparare pietanze e sughi, ma anche nel campo della fitocosmesi per realizzare prodotti cosmetici a base di canapa come: creme, unguenti, lozioni per il corpo e saponi. L’olio di canapa è un ottimo cosmetico naturale ad azione anti-age, utile per eczemi, pelli secche e poco nutrite. Un buon olio di canapa è perfetto anche per massaggiare la pelle da unire da unire con qualche goccia di olio essenziale profumato; un ottimo rimedio naturale per idratare la pelle e renderla luminosa.

RICETTE

Pane alla farina di canapa

La farina di canapa si presta bene alla preparazione del pane, non sola ma mescolata in un percentuale minore ad altri tipi di farina ad esempio a quella integrale. Basterà poi solo aggiungere il lievito, il sale, il giusto quantitativo d’acqua, l’olio extravergine d’oliva e se si vuole arricchire ancora di più l’impasto anche dei semi di canapa tostati.

Ingredienti

  • 450 g di farina tipo 0 o integrale
  • 30 g di farina di canapa
  • 1/2 cubetto lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bicchiere di acqua
  • olio extravergine di oliva

L’impasto

Per prima cosa sciogliete il lievito di birra nell’aqua tiepida. In una ciotola capiente versate la farina, unite il sale e il lievito sciolto con l’acqua. Amalgamate con cura ed eventualmente aggiungete poca acqua mano a mano, sino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Lievitazione

Coprite l’impasto con un panno umido e fate lievitare per circa 1 ora a temperatura ambiente oppure nel forno spento ma con la luce accesa. Al termine di questo tempo l’impasto sarà raddoppiato. Lavorate ancora per qualche minuto l’impasto, riponetelo in una teglia e fatelo riposare ancora per 30 minuti sempre a temperatura ambiente.

Cottura

Ricoprite la superficie dell’impasto con un filo di olio extravergine e infornate a 200 gradi, forno statico, per circa 30 minuti. Nel forno ponete sempre un contenitore con un po’ di acqua che aiuterà a mantenere la corretta umidità durante la cottura. La farina di canapa è davvero caratterizzante e noterete che questo panificato è particolarmente “denso” e poco alveolato, questo non è un difetto, bensì una caratteristica di questo prodotto da forno

Pizza alla farina di canapa

Si può sperimentare anche l’impasto per la pizza a base di farina di canapa.

Ingredienti per un panetto standard

500gr di farina forte

60/70gr di farina di semi di canapa

Mezzo panetto di lievito di birra

½ cucchiaio di zucchero

10gr di sale fino

300ml di acqua tiepida

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Procedimento

Sciogliamo il lievito di birra nell’acqua tiepida insieme allo zucchero e intanto versiamo le due farine nella planetaria. Facciamo andare il macchinario a potenza medio bassa e versiamo a filo l’acqua col lievito. Quando il liquido si sarà ben incorporato aggiungiamo anche l’olio e facciamo amalgamare.

Togliamo l’impasto dalla planetaria e lasciamolo riposare in una ciotola di ceramica o vetro con un canovaccio sopra per un’oretta e mezza. Passato questo tempo riprendiamolo, impastiamolo nuovamente e rimettiamolo nella ciotola, stavolta coperta con del cellophane. Posizioniamo la coppa in frigorifero e lasciamo al fresco per 24 ore.

Passato questo tempo il nostro impasto per la pizza con farina di canapa sarà pronto per essere adoperato. Per non avere problemi a lavorarlo, tiriamolo fuori dal frigo una mezz’oretta prima di stenderlo col matterello.

Burger proteici con semi di canapa

 Porzioni 5 burger grandi

Ingredienti

  • 90 g farina di ceci
  • 100 ml acqua
  • 40 g semi di canapa decorticati
  • 1 cucchiaio succo di limone
  • 1 cucchiaino prezzemolo
  • qb sale
  • qb spezie

Procedimento

  1. In una ciotola uniamo tutti gli ingredienti tranne l’acqua e il succo di limone. Mescolando con un frustino, aggiungiamo gradualmente l’acqua e il succo di limone e mescoliamo fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati bene. Lasciamo riposare per almeno 20 minuti;
  2. Cuciniamo i burger in padella antiaderente fino a doratura di entrambi i lati;
  3. Servire con mayo vegana o salsa chili.

Note

Le spezie :
 aglio in polvere e paprika dolce. 

DOVE TROVARLA

La farina di canapa si può acquistare nei negozi di prodotti biologici e di alimentazione naturale, ma anche nelle erboristerie ben fornite oppure online. Sempre più spesso poi anche i tradizionali supermercati riservano uno spazio alle alternative naturali e senza glutine e potrebbe trovarsi, in questi scaffali dedicati, anche la farina di canapa così come l’olio di canapa e i semi di canapa.

ALTERNATIVE

Se non si ha dimestichezza con la farina di canapa e si preferisce sperimentare altri utilizzi di questa pianta esistono due valide alternative: i semi di canapa e l’olio di semi di canapa.

Non solo alimenti a base di canapa…

Oltre agli alimenti, la canapa possiede una fibra molto resistente da cui si ricava a sua volta, la fibra tessile ottenuta dal floema (tessuto della linfa elaborata) della pianta. Questa fibra di canapa è usata da sempre per creare morbidi tessuti, è resistente nel tempo, 100% naturale, assorbe di più rispetto al normale cotone ed è ecologica (la sua produzione non compromette danni all’ambiente). Il tessuto di canapa è perfetto per realizzare abbigliamento e accessori come zainetti, magliette, vestiti, pantaloni ma anche tovaglie, asciugamani e lenzuoli.