cucina africana catering grasch
Cucina Etnica Cucina vegetariana Multietnic Food

Cucina Africana 17 piatti dalla cucina araba al sud africa

 

La Cucina Africana

Quando si parla di cucina africana settentrionale si fa riferimento ad Algeria, Egitto, Liberia, Marocco e Sudan.
La cucina dell’Africa settentrionale è molto antica e le sue radici si trovano nella storia d’Egitto, circa 2000 anni fa; anche in questo caso, comunque, le contaminazioni sono tante e sono dovute soprattutto ai contatti con i popoli che si sono succeduti nella zona più a Nord dell’Africa.

Nella cucina di questa parte del mondo è molto usato il couscous e si utilizzano, come nella migliore tradizione mediterranea, olive e olio di oliva. Gli altri ingredienti utilizzati comunemente sono patatepomodori, molte verdure, peperoncino e una ricca varietà di spezie. È molto comune, inoltre, l’uso della menta.

Poiché la maggior parte dell’area africana del Nord è musulmana, di in questa zona si consuma solo carne halal.

cucina africana catering grasch

La cucina Africa occidentale

Quando si parla di cucina africana occidentale ci si riferisce a  Mauritania, Mali, Niger, Chad, Senegal, Gambia, Guinea-Bissau, Sierra Leone, Liberia, Guinea, Costa d’Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria e Burkina Faso. 

Dai contatti con il mondo arabo, la cucina africana occidentale ha ereditato il riso e la cannella, due ingredienti molto usati. Si può notare anche l’influenza della cucina europea nell’uso, per esempio, del pomodoro.

Nonostante i contatti con numerosi popoli, la cucina africana occidentale è comunque sempre rimasta legata alle proprie tradizioni e non è mai cambiata molto nei secoli.

La cucina Africa meridionale

Questa zona comprende Sud Africa, Botswana, Namibia, Mozambico, Zimbabwe, Zambia e Malawi.

La cucina africana meridionale viene talvolta chiamata cucina arcobaleno per la varietà delle influenze provenienti da culture e da popoli diversi, a partire dagli indigeni africani per arrivare agli europei e agli asiatici. Ne è derivata una cultura culinaria molto complessa e particolarmente ricca. Gli ingredienti di base sono i prodotti ittici, tutte le carnifrutta verdura fresca, grano e derivati del grano. La frutta, che viene usata spesso anche come dessert, comprende mele, uva, mango, banane, papaia, avocadoarance, pesce e albicocche; esistono però anche dessert ereditati dall’Europa e, in particolare, dalla cucina portoghese.

A tavola, c’è inoltre l’abitudine di consumare bevande alcoliche, alcune tradizionali, altre più moderne; esistono per esempio diverse birre ispirate a quelle prodotte in Europa.

african food

I piatti tipici della cucina africana

Cucina africana

Cous cous: una base di frumento macinato grossolanamente, bollito e abbinato agli ingredienti più disparati come verdure, carne, pesce, frutta secca.

Tajine: dal nome del tegame dove viene cucinato, il tajine è un secondo piatto prevalentemente di carne.

salsa Harissa: una salsa piccantissima a base di peperoncini rossi ed erbe aromatiche.

Sauce d’avocat: un antipasto tipico dello Zaire a base di avocado, acciughe, cipolline, aglio, condito con maionese.

 

african food

Salade de papaye: insalata di papaia tipica del Togo.

Sorba: zuppa di verdure tipica del Sudan con carote, cipolle, cavolo, fagiolini, aglio, insaporita con ossa di bue, burro di arachidi e succo di limone, servita spesso con riso bollito.

Matoke: zuppa di banane tipica dell’Uganda, costituita da un fondo di cipolla a cui si aggiungono le banane, bagnate con olio di manzo.

Rice and peas: minestra tipica di Zanzibar a base di riso e legumi, con pomodoro.

Curried crayfish: aragosta stufata in agrodolce con marmellata di albicocche e curry.

Samaki wa nazi: pesce marinato e cotto nel latte di cocco e curry.

Poulet aux plantains: pollo cotto insieme a banane platano precedentemente fritte, il fondo di cottura è infine legato con burro di arachidi.

Poulet yassa: pollo grigliato servito con una salsa a base di cipolla e aromi vari.

Sosaties: spiedini grigliati e serviti con una salsa agrodolce.

Ananas gratiné: polpa di ananas mischiata ad albume montato, zucchero e aromi, gratinata in forno.

Galettes de manioc au rum: frittelle tipiche del Madagascar preparate con manioca tagliata a fiammifero, zucchero, burro, vaniglia e rum e dorate in padella.

Manzo con injera: piatto tipico dell’Etiopia, è uno stufato di manzo con cipolle, insaporito con una miscela di spezie (cardamomo, zenzero, cumino, chiodi di garofano, cannella, peperoncino, paprika, pepe nero) e cotto con il burro chiarificato. L’injera è un pane piatto e morbido sul quale si serve lo stufato e che viene utilizzato per mangiare lo stufato stesso, senza posate.

Zighinì: un piatto unico della cucina somala ed eritrea a base di spezzatino di manzo aromatizzato al berberè (un mix di spezie piccante) e servito con verdure e legumi.

african food

1 thought on “Cucina Africana 17 piatti dalla cucina araba al sud africa”

  1. Adoro la cucina Africana. E’ ricca di sapori e spezie. molto gustosa. Alcuni di questi piatti li conoscevo già. Ma altri no e mi hanno incuriosito molto

     

Lascia il tuo commento