Events Salute e benessere

Tendenza food 2020

 

Siamo di nuovo in quel periodo dell’anno in cui ci addentriamo nella Tendenza food 2020. Oltre ai prodotti in tendenza nel 2019 (come quelli al CBD o gli imballaggi eco-friendly), il 2020 ci porterà una serie di novità.

Nuove Farine Vegetali

Il 2020 sarà l’anno delle farine alternative. La previsione parla di un incremento esponenziale della farina Teff. È un tipo di farina senza glutine prodotta da minuscoli semi di un cereale originario del Corno d’Africa.

Tra le “nuove” farine c’è quella di tigernut, derivata dalle omonime noccioline. Ma tra food trend del 2020 ci saranno anche le farine di frutta e verdura, come ad esempio quella di banana e quella di cavolfiore. 

Alimenti dell’Africa dell’Ovest

I prodotti Tendenza food 2020  varieranno da moringa al tamarindo, dal sorgo al fonio, preparatevi a una lista della spesa abbastanza introvabile nei supermercati.

La moringa è una pianta diffusa nella fascia tropicale ed equatoriale del pianeta da cui si ricava una spezia molto salutare.

Il tamarindo (più conosciuto) è il frutto di un albero tropicale che favorisce la digestione e combatte i radicali liberi mentre il sorgo è una graminacea ricca di fibre ma priva di glutine, dunque consentita anche nelle diete per celiaci.

E il fonio è un cereale ricco di magnesio, calcio e zinco, anche questo adatto per chi soffre di celiachia.

Snack freschi

Il 2020 dice addio agli snack confezionati, alle merendine e alle focaccine imbustate. Per fare spazio ai più salutari spuntini freschi.

Dalle uova bollite alle verdure crude, conserveremo in frigorifero molti spezza-fame che non danneggiano la salute, anzi.

Oltre a fare bene a colesterolo e silhouette, i fresh snack fanno anche bene all’ambiente: non si inquina con imballaggi di plastica.

Prodotti Vegetali

La notizia è che la soia è in crisi. I marchi più alla moda stanno rallentando la soia, che ha tradizionalmente dominato lo spazio proteico a base vegetale. 

Alcuni dei prodotti che promuoveranno “no soia” nel prossimo anno lo sostituiranno invece con miscele innovative (come cereali e fagioli verdi) per imitare le trame cremose di yogurt e altri prodotti caseari.

E ancora fagioli verdi, semi di canapa, zucca, avocado, semi di anguria, alga clorella dorata, porteranno in tavola uno spettro di aminoacidi a base vegetale

Il burro di semi di zucca

Il 2020 sarà l’anno dei semi. Oltre a quelli di anguria, anche i semi di zucca spopoleranno.

Anch’essi ricchi di sostanze nutritive, tra cui parecchie vitamine, fosforo e minerali come il magnesio, zinco e selenio, i semi di zucca arriveranno sulle tavole più di tendenza in una versione inedita: sotto forma di burro di semi di zucca.

Da spalmare su fette di pane tostato, su cracker, tartine o biscotti, sarà un’alternativa deliziosa al burro tradizionale.

Drink Analcolici

Diminuire sensibilmente il consumo di alcol è sicuramente un’altra tra le tendenze food del 2020.

Essendo tanti i consumatori alla ricerca di alternative all’alcol, spuntano ovunque opzioni analcoliche.

Molte di queste bevande cercano di ricreare aromi da cocktail classici usando metodi di distillazione tipicamente riservati all’alcol, creando un’alternativa al liquore che deve essere utilizzata con un mixer piuttosto che una bevanda a sé stante.

Ecco quindi il gin analcolico per un gin tonic alcol free o i finti spiriti con infusione botanica per un avere un Martini totalmente senza alcol. Insomma la tendenza è ricreare il sapore di famosi cocktail alcolici, senza tuttavia incorrere nelle controindicazioni dell’uso dell’alcool.